Attenzione studenti e visitatori di Granada! Manca veramente poco all’evento più atteso della città, la Feria del Corpus, che si festeggerà dal 15 fino al 22 giugno.

Durante questa la festa, la più grande di Granada, possiamo trovare gli elementi tipici delle ferias del sud della Spagna: casetas piene di bevande e piatti tipici, donne vestite de flamenca e aree dedicate ad ogni tipo di attrazione.

La storia della ‘Feria de Granada’ ha radici molto antiche, infatti fu celebrata per la prima volta 500 anni fa come Fiesta Mayor dai Re Cattolici dopo la conquista della città, avvenuta il 2 gennaio 1492, ponendo così fine al regno nazarí. Per questa ragione la Feria naque vincolata al Corpus Christi (Corpo di Cristo), commemorando l’Eucarestia cattolica, in una proclamazione di fede cristiana dinanzi a una popolazione maggiormente musulmana che abitava allora nella città.

Attualmente, durante il Corpus si organizzano una grande varietà di esposizioni, eventi, mostre e laboratori. Inoltre, possiamo trovare anche cori tipici (coros rocieros), balli tipici della regione, teatro, zarzuela, concerti e tornei sportivi. Durante la sera, invece, l’afmosfera di ‘flamenco’ raggiunge il suo splendore. Le attività ludiche fanno sì che la Feria de Granada si trasformi in un evento capace di abbracciare tutta la città, i suoi cittadini e i turisti, dai più piccoli ai più grandi.

La festa avrà luogo tra il centro della città e il “recinto feriale” di Almanjáyar, dove si potranno vedere eleganti carrozze con i propri personaggi che indossano i tipici vestiti andalusi. Questo “recinto” si divide in tre parti: quella dei cacharricos (attrazioni), quella delle casetas pubbliche, che quest’anno saranno 57 (sette in più rispetto alla scorsa edizione) e le strade di accesso dove si troveranno piccoli punti di vendita ambulante.

Tutto inizia nel tardo pomeriggio di lunedì con l’annucio e l’accensione della porta  ‘Real de la Feria’, la quale, fatta di lampade accese, rappresenterà la facciata della Cattedrale Granadina, per poi finire la domenica seguente con uno spettaccolo di fuochi d’artificio.

Le casette private sono quelle che organizzano le mostre più variopinte, soprattutto gastronomiche. Al loro interno si possono degustare piatti tipici come pucheros, gazpacho, choto al ajillo, frittura di pesce, paella e molto altro. Tra tutte le attività della Feria de Granada 2019, risaltano due processioni, una pagana e l’altra religiosa. La prima, denominata La Pública è indirizzata a bambini e ragazzi, inizia nella mattinata del mercoledì. Il personaggio principale di questa processione è La Tarasca, una scultura che cavalca un drago, vestita con abiti che andranno di moda durante l’anno. Possiamo dire che la figura della Tarasca simboleggia il trionfo del bene sopra il male, della bella contro la bestia.

Con il Corteo del Corpus Christi le strade della città si riempiranno di gente. La Processione del Corpus, che dà il nome alla fiera, è una festa solenne e religiosa ed inizia il giovedì, giorno da sempre festivo a Granada. Comincia dalla Cattedrale con la Custodia plateresca (Il plateresco è uno stile artistico molto ornato e composto a imitazione dei lavori di argenteria – in spagnolo plata – da cui proviene il nome di plateresco) regalata da Isabel la Católica, una delle piú belle dell’Andalucía, che sarà situtata su un carro adornato da fiori e accompagnato da autorità civili, rappresentanti di confraternite e tutto il pubblico venuto dalle diverse zone di Spagna. Si dice che questo è “uno dei tre giovedì dell’anno che splendono più del sole”, secondo la tradizione.

La processione viene preceduta da carri di fantocci che rappresentano musulmani e cristiani. Dopo la messa, essa parte dalla Cattedrale e tutto il percorso si svolge sotto a dei teloni e sopra un tappeto di erba, rosmarino e altre spezie, mentre una pioggia di petali cade sulla Custodia.

La Feria termina il 23 Giugno con una novillada (una piccola corrida di tori) in Plaza de Toros e le ultime attività avranno nel Patio de Ayuntamiento

A differenza delle altre Ferias che si tengono nelle altre parti di Spagna, una caratteristica della Feria del Corpus di Granada sono le carocas e le quintillas. Le prime sono delle caricature, mentre le seconde sono piccole frasi che alludono a questioni politiche o di attualità in forma satirica e che vengono esposte al pubblico in Plaza de la Rambla durante tutta la settimana.

Per conoscere il programma dettagliato e per sapere come raggiungere la Feria, consultate questo link: (http://www.granadadirect.com/fiestas/feria-granada/).

L’istituto IMSOL raccomanda a tutti i suoi studenti di approfittare e godere di questo evento culturale di Granada, in quanto emblematico della città e delle sue tradizioni.

Noi non vediamo l’ora, e voi? 😀

 

 

Comments

Are you interested in any Course?