La facoltá di Filosofía y Letras di Granada accoglierá come invitati

 Carmen Bobes, Darío Villanueva, Edmond Cros, Jenaro Talens e Roger Griffin

 

La facoltá di Filosofía y Letras di Granada ospiterá, da mercoledí a venerdí prossimo, il I Congreso Internacional de la Asociación Española de Teoría de la Literatura (Asetel). Sultana Wahnón, presidentessa dell’ associazione, descrive i principali punti salienti del congresso. 

-Qual é la finalitá del congresso?

-Dal 1999 organizziamo eventi letterari, con conferenzianti invitati estranei all area, ma con un pubblico composto essenzialmente da investigatori dell’area  soci dell’ Asetel. Decidemmo poi, di aprire le attivitá a tutti coloro che sn interessati alla teoria della letteratura. 

-Chi saranno i principali invitati?

-I cinque conferenzianti saranno: Carmen Bobes Naves, cattedratica dell’ area e attuale presidentessa d’onore dell’Associazione. Fará un discorso su un tema attuale come quello teorico-letterario. Darío Villanueva, ex presidente di Asetel e attuale segretario della Real Academia Española, Edmond Cros, prestigioso rappresentante francese della Sociocritica, che tratterá questioni di sociologia del XIX secolo. Jenaro Talens, poeta e teorico molto cxonosciuto a Granada, che non ha bisogno di presentazioni: la sua conferenza tratterá il ruolo del lettore nell’epoca digitale. Roger Griffin, famoso storiografico britannico, specialista nel fascismo, che ha appena pubblicato un libro in Akal chiamato Modernismo e Fascismo.

-Quali sono gli obiettivi di questo congresso al di fuori dell’ambito accademico?

-Il Congresso vedrá interventi di persone specializzate che cercheranno di attirare anche l’attenzione di un pubblico piu vasto. Per fare un esempio, ci son temi che vertono sul best seller, sulla letteratura o sul cinema occidentale. Altri s’addentrano in questioni che possono essere interessanti per coloro che sn interessati di politica. Si parlerá anche di Auschwitz, di letteratura dell’olocausto…per far sí che non tutto sia tanto specializzato ne tanto “chiuso”: il pubblico  puó scegliere tra diverse prospettive del fenomeno letterario, alcune piú esoteriche e specializzate di altre.

-In che modo la Teoria della letteratura assume la realá di un panorama dove, come succede in Spagna, si legge poco e la letteratura si centra nei Best Seller?

-Alla teoria letteraria interessano tutti i fenomeni relazionati con la letteratura , inclusi i best sellers. Pertanto, direi che la teoria della letteratura assume la realtá come é necessario assumere la realtá, ossia come ció che esiste e devèssere spiegato. Si tratterebbe di chiedersi cosa c’é nei best sellers che attrae a un tale numero di lettori, che sono la chiave del suo esito. Chiaramente, questo non esclude l’obbligo di stabilire giudizi di valore  e avvertire i lettori sui migliori valori letterari. . Ci sono stati best sellers come “Il nome della Rosa”. Anche se il numero di lettori é diminuito rispetto al passato, comunque si mantiene intorno al 55% . Il panorama, non é quindi da considerarsi totalmente apocalittico!!!

 

 

http://www.granadahoy.com/article/ocio/887643/panorama/literario/espana/no/es/tan/apocaliptico.html

Are you interested in any Course?