En tierra de ciegos el tuerto es rey

Il proverbio “En tierra de ciegos el tuerto es rey” significa letteralmente “In terra di ciechi, l’orbo è re” e si riferisce alle persone che risaltano sugli altri, cioè quelle persone che non possiedono grandi talenti ma sono meno mediocri di altre. In poche parole, si riferisce a ciò che ci sembra buono tra tante cose scadenti.

Per esempio se in un gruppo nessuno ha soldi, l’unico che li possiede sarà il più rinomato per il semplice fatto di avere almeno qualcosa. Perciò, nel senso letterale del detto, dove tutti sono ciechi colui che è orbo è un re, perché almeno ha la fortuna di vedere con un occhio, rispetto agli altri che non vedono nulla.

In un contesto caratterizzato dalla mediocrità delle persone, il re è qualcuno che nella sua mediocrità per qualche motivo si trova in una posizione superiore all’interno di un gruppo di persone con capacità anche inferiori.

Reytuerto

Altri proverbi

El tiempo todo lo cura
A barriga llena, corazón contento
Donde fueres, haz lo que vieres
A quien Dios se la dé, San Pedro se la bendiga