brazo-de-gitano

Metodo di preparazione:

  1. Sbattere le uova e lo zucchero in una ciotola. Mescolare la farina con il cacao in polvere e poi incorporare le uova setacciando per evitare grumi. Sbattere bene.
  2. Aggiungere del burro fuso  con un pennello in un vassoio o stampo di forma quadrata e versare il composto al suo interno. Mettiamo in forno per circa 12-15 minuti a 180 ° C.
    appena pronto lo poniamo su un panno da cucina  umido, lo arrotoliamo e lasciamo raffreddare.
  3. Per fare il ripieno sbattere i tuorli d’uovo, mascarpone e lo zucchero fino ad ottenere la consistenza di una crema densa.
  4. E ‘tempo di riempire la torta. Srotoliamo il panno e stendere la crema al mascarpone.
  5. Arrotolare attentamente di nuovo e decorare a nostro gradimento.

Preparazione della cremadina (crema per farcire):

  1. Scaldare a fiamma bassa, senza far bollire, il latte in una casseruolina con una stecca di cannella e il baccello di vaniglia. Intanto in una terrina sbattere con le fruste del mixer i tuorli, lo zucchero, la farina, il sale, sino a ottenere un composto omogeneo.
  2. Trasferire il composto ottenuto in una casseruola adatta alla cottura a bagnomaria. Fatto spiccare un moderato bollore nell’acqua del recipiente sottostante, amalgamare al composto il latte caldo, dopo aver eliminato cannella e vaniglia.
  3. Rimescolando, attendere che l’amalgama così ottenuto accenni il bollore, unire un paio di cucchiai di acqua calda e abbassare la fiamma al minimo, rimescolando delicatamente e senza interruzione.
  4. Dopo 10 minuti, togliere la casserruola dal recipiente con l’acqua e amalgamare al composto il burro a fiocchi. Lasciare raffreddare la “cremadina” che poi si userà per farcire il brazo.

VARIANTI:

La cremadina può essere preparata anche al cioccolato, con l’aggiunta, una volta pronta, di cacao o cioccolato grattuggiato. Ugualmente, per la guarnizione, oltre allo zucchero a velo, può essere cosparso anche del cacao amaro.
Oppure ancora, si può aggiungere del cacao al pan di spagna mantenendo la cremadina chiara, ottenendo l’opposto effetto cromatico.
Esistono del Brazo gitano anche versioni più semplici, veloci e fresche, in cui, una volta preparato il pan di spagna, lo si farcisce con panna montata e frutta fresca.

Il Brazo Gitano è un dolce popolare in tutto il mondo,chiamato in diversi modi: arrollado, rocambole, brazo de reina, swiss roll o niño envuelto, sono alcuni dei nomi dati a questa delizia culinaria.
Non è un dolce tradizionalmente natalizio, ma si usa molto prepararlo o comprarlo proprio per le festività di fine anno e lo si può vedere come un “tipico” tronchetto di Natale

Il Brazo Gitano è un dolce tradizionale spagnolo, diffuso soprattutto nella provincia di Huesca, ma presente un po’ in tutta la penisola.
L’origine si dice risalga al Medioevo, quando un monaco spagnolo importò in patria un dolce conosciuto in Egitto al quale inizialmente venne dato appunto il nome di “brazo egipciano”.
In sostanza è un tronchetto di pan di spagna che può essere farcito in vari modi. Il più tradizionale e gustoso è quello con “cremadina” ossia crema pasticcera.

 

Are you interested in any Course?