L’evento

Venerdì 18 maggio Granada celebra la Giornata Internazionale dei Musei 2018 con un intenso programma che include un centinaio di proposte per i gusti di tutti, alcune delle quali verranno prolungate per tutto il weekend.

 

 

L’evento, organizzato ogni anno nel mese di maggio e coordinato dal Consiglio Internazionale dei Musei (ICOM), mira a sviluppare la sensibilità del pubblico nei confronti di questi siti culturali, importanti anche a livello sociale. Infatti, il motto di questa edizione è “Musei iperconnessi: approcci nuovi, pubblici nuovi”, proprio per mettere in rilievo le nuove possibilità offerte dall’incontro fra le tecnologie dell’informazione e la gestione dei musei in relazione alla società.

 

Musei gratuiti e attività

Il programma di attività culturali gratuite di quest’anno prevede giornate a porte aperte, visite guidate, esposizioni, concerti, proiezioni e seminari adatti a ogni tipo di pubblico.

Ad esempio, apriranno gratuitamente le loro porte luoghi come la Casa di Zafra (18, 19 e 20 maggio, dalle 9.00 alle 14.30 e dalle 17.00 alle 20.30); il Centro Federico García Lorca (18 e 19 maggio, dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 18.00 alle 21.00, e il 20 maggio dalle 11.00 alle 14.00); il Centro José Guerrero (18 maggio, dalle 10.30 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 21.00); e la Casa Museo Manuel de Falla (18 maggio, dalle 10.00 alle 17.00). Inoltre, sarà possibile visitare il Museo della Cappella Reale, recentemente rinnovato con una nuova illuminazione, e tutti i visitatori dell’Archivio-Museo San Juan de Dios – Casa de los Pisa riceveranno una pianticella per l’iniziativa “Il Museo regala vita”.

Per ulteriori informazioni riguardo l’evento, le giornate a porte aperte e le attivitá, clicca qui.

 

Il Museo Archeologico

La principale attrazione dell’evento a Granada sará la riapertura del Museo Archeologico, che ospita una collezione, strutturata su due livelli, intorno ad un cortile rinascimentale, con reperti archeologici del Paleolítico e del Neolítico, oltre a ritrovamenti fenici, romani, iberici e arabi di grande valore. Anche se si tratta di una riabilitazione parziale, sarà comunque un’ottima occasione per visitare uno dei musei più interessanti della città, che riapre le sue porte dopo essere stato chiuso per quasi dieci anni a causa dei lavori di manutenzione.

Comments

Are you interested in any Course?