Quella che a Granada è conosciuta come Alcaicería (mercato artigianale), è ciò che resta del Gran Bazar dell’epoca nasridi, che secoli fa si estendeva da Plaza Nueva a Plaza Bib-Rambla.

 

 

L’antico mercato arabo della seta, dopo la conquista dei Re Cattolici Ferdinando II d’Aragona e Isabella I di Castiglia, venne rinominato Real Sitio y Fuerte de la Alcaicería de Granada, e nel XVI secolo era formato cica 200 botteghe. Sfortunatamente, nel 1843, un incendio in un negozio di fiammiferi distrusse completamente il luogo, e tutto fu ricostruito in stile neoarabo e romántico, molto in voga a quei tempi.

 

Situato nelle immediate vicinanze della Cattedrale, questo insieme di stradine strette oggi ospita botteghe di artigianato granadino, dove si trovano le ceramiche locali dipinte (Fajalauza), gli intarsi in legno (taracea), presepi e le famose farolas, lampade in vetro colorato. Inoltre, ci sono librerie, gioiellerie e negozi di souvenir, dove potrai trovare i regali che fanno per te.

 

 

 

Come arrivare dalla Cattedrale di Granada:

 

Foto: Luca Sarti

Comments

Are you interested in any Course?